Intestazione con loghi e titolo Oltre le distanze


Benvenuto/a nell'area WORKSHOP. Qui potrai consultare il programma degli incontri e, se lo desideri, prenotarti per partecipare attivamente. Seleziona fino a due Workshop e vai al tasto ISCRIVITI in fondo alla pagina.

ATTENZIONE! AGGIORNAMENTO DEL 14 MAGGIO.

Abbiamo fissato data e ora delle 23 repliche di workshop già previste, i cui posti sono andati esauriti al primo giro di iscrizioni la scorsa settimana. Le trovate nel calendario sotto (chi si era iscritto e si trovava in lista d’attesa riceverà comunicazione della nuova data tramite mail).

Nel caso si liberassero posti, di volta in volta verranno resi nuovamente disponibili qui nel calendario. Chi è interessato, ogni tanto verifichi.

Per rispondere alle vostre richieste, abbiamo inoltre aggiunto, dal 25 maggio in avanti, 11 nuove repliche di workshop a cui sarà possibile iscriversi da venerdì 15 maggio alle ore 15

WORKSHOP

Come rispettare il principio di autodeterminazione dello studente? Come adattare gli obiettivi e come verificarne il raggiungimento? Come adeguare attività, strategie, strumenti? Come ripensare quelli che, in prima battuta ci possono sembrare punti di debolezza/criticità, in risorse? Come gestire l'alleanza educativa con la famiglia?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Le transizioni fra ordini scolastici sono momenti critici per alcuni alunni, soprattutto per chi nella scuola riceve misure di supporto specifico (Bisogni Educativi Speciali), ma talvolta non interconnesse fra un ordine e l'altro. Il lavoro sulla continuità è, perciò, molto importante. Particolarmente delicata è la transizione fra la scuola secondaria di I grado e di II grado, che porta da una scuola unica a tipologie diverse: licei, istituti tecnici e professionali. Nel GdL si discuterà della gestione della transizione degli studenti con BES (disabilità, DSA e altri BES) tra questi due ordini, per condividere buone pratiche relative a risorse e processi attivati dalle scuole, progetti di continuità, formulazione del consiglio orientativo, figure coinvolte, esperienze/attività.

Moderatore: Silver Cappello
Come utilizzare il gioco in contesti non di gioco? Come progettare attività coinvolgenti e utili a migliorare la motivazione intrinseca e le competenze degli alunni, sia a sviluppo neurotipico che con difficoltà di apprendimento? Sono invitati a partecipare docenti di scuola primaria che abbiano esperienze da raccontare e materiali da condividere; ma anche maestri/e alla ricerca di idee inclusive originali.

Moderatore: Angela Cattoni
Per le persone con disabilità, soprattutto se intellettiva, il passaggio all'autonomia è strategico per lo sviluppo del progetto di vita. Il GdL rifletterà su che cosa si intende per autonomia e com'è possibile realizzarla, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni persona e del contesto in cui vive. In ogni incontro, partendo dalle necessità specifiche dell'età degli alunni, saranno condivise strategie e buone prassi utili a curare la dimensione dell'autonomia personale e sociale.

Moderatore: Simone Consegnati
Come rispettare il principio di autodeterminazione dello studente? Come adattare gli obiettivi e come verificarne il raggiungimento? Come adeguare attività, strategie, strumenti? Come ripensare quelli che, in prima battuta ci possono sembrare punti di debolezza/criticità, in risorse? Come gestire l'alleanza educativa con la famiglia?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Le transizioni fra ordini scolastici sono momenti critici per alcuni alunni, soprattutto per chi nella scuola riceve misure di supporto specifico (Bisogni Educativi Speciali), ma talvolta non interconnesse fra un ordine e l'altro. Il lavoro sulla continuità è, perciò, molto importante. Nel GdL si discuterà della gestione della transizione degli alunni con BES (disabilità, DSA e altri BES) dalla scuola primaria alla secondaria di I grado, per individuare e condividere buone pratiche relative a risorse e processi attivati dalle scuole, progetti di continuità, orientamento e accoglienza, figure coinvolte, esperienze/attività.

Moderatore: Silver Cappello
Come rispettare il principio di autodeterminazione dello studente? Come adattare gli obiettivi e come verificarne il raggiungimento? Come adeguare attività, strategie, strumenti? Come ripensare quelli che, in prima battuta ci possono sembrare punti di debolezza/criticità, in risorse? Come gestire l'alleanza educativa con la famiglia?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Il GdL è orientato a comprendere quali opportunità possono offrire le tecnologie di rete per mantenere un legame tra lo studente ospedalizzato e la sua classe di appartenenza. Come gestire la comunicazione tra le due comunità educative? Come coniugare i tempi della cura con i tempi scolastici? Quali azioni didattiche sono da privilegiare?

Moderatori: Vincenza Benigno + Marco Gioannini
Come rispettare il principio di autodeterminazione dello studente? Come adattare gli obiettivi e come verificarne il raggiungimento? Come adeguare attività, strategie, strumenti? Come ripensare quelli che, in prima battuta ci possono sembrare punti di debolezza/criticità, in risorse? Come gestire l'alleanza educativa con la famiglia?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Il Gioco di Ruolo ha grandi potenzialità per lo sviluppo delle competenze degli studenti: aiuta a promuovere la collaborazione, la comunicazione, l'analisi e la risoluzione dei problemi, ma anche logica, strategia e creatività, attraverso attività coinvolgenti e motivanti e, soprattutto, guidate dagli studenti stessi. Sono invitati a partecipare docenti delle scuole secondarie. Da valutare se sdoppiare per I e II grado

Moderatore: Angela Cattoni
Per le persone con disabilità, soprattutto se intellettiva, il passaggio all'autonomia è strategico per lo sviluppo del progetto di vita. Il GdL rifletterà su che cosa si intende per autonomia e com'è possibile realizzarla, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni persona e del contesto in cui vive. In ogni incontro, partendo dalle necessità specifiche dell'età degli alunni, saranno condivise strategie e buone prassi utili a curare la dimensione dell'autonomia personale e sociale.

Moderatore: Simone Consegnati
Il sostegno della nascita e della crescita di relazioni collaborative rispettose delle differenze di ognuno è uno degli aspetti che caratterizzano la didattica inclusiva. Nel GdL condivideremo buone pratiche, idee e proposte per continuare ad alimentare questo impegno anche nella Didattica a Distanza.

Moderatore: Heidrun Demo
L'eterogeneità delle classi è sempre una sfida per il docente inclusivo che deve progettare contenuti e modalità di insegnamento-apprendimento al plurale. Lo è ancor più nella didattica a distanza, dove si corre il rischio di nuove barriere e forme di esclusione. Quali strategie per evitarlo? Come rimodulare nella DaD i materiali di apprendimento, le modalità di relazione e la struttura delle attività per favorire una partecipazione attiva di tutti? Il GdL si occupa della progettazione didattica inclusiva e sarà (i) un momento di condivisione e rielaborazione guidata delle esperienze didattiche dei docenti in questa emergenza educativa; (ii) un'occasione per progettare insieme materiali e modalità di apprendimento plurali, con particolare riferimento ai principi della differenziazione di Carol Ann Tomlison e allo Universal Design for Learning (UDL).

Moderatore: Silvia Dell'Anna
La discussione verterà sul rapporto tra narrazione e inclusione. Si parlerà di strategie educativo-didattiche per favorire l'interdipendenza positiva, l'ascolto attivo, l'apprendimento cooperativo e le abilità sociali. Nel GdL saranno condivise buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini delle scuole primarie. Pensato per docenti di sostegno e curricolari di ogni disciplina.

Moderatore: Fabio Filosofi
La discussione verterà sul rapporto tra narrazione e inclusione. Si parlerà di strategie educativo-didattiche per favorire l'interdipendenza positiva, l'ascolto attivo, l'apprendimento cooperativo e le abilità sociali. Nel GdL saranno condivise buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini delle scuole primarie. Pensato per docenti di sostegno e curricolari di ogni area disciplinare.

Moderatore: Fabio Filosofi
Per le persone con disabilità, soprattutto se intellettiva, il passaggio all'autonomia è strategico per lo sviluppo del progetto di vita. Il GdL rifletterà su che cosa si intende per autonomia e com'è possibile realizzarla, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni persona e del contesto in cui vive. In ogni incontro, partendo dalle necessità specifiche dell'età degli alunni, saranno condivise strategie e buone prassi utili a curare la dimensione dell'autonomia personale e sociale.

Moderatore: Simone Consegnati
Le difficoltà linguistiche dei figli dell'immigrazione e i diversi costrutti culturali sulla disabilità delle comunità di provenienza possono rendere molto complessa la didattica inclusiva. Il GdL discuterà di come integrare la didattica inclusiva con l'apprendimento dell'italiano lingua2, di come condividere con le famiglie il progetto educativo e orientativo della scuola, di come utilizzare nella didattica in presenza e a distanza le strumentazioni tecnologiche. Sono invitati a partecipare insegnanti che abbiano esperienze positive o problematiche da raccontare, materiali e tecniche da condividere, idee nuove o originali da confrontare.

Moderatore: Fiorella Farinelli
La discussione verterà sul rapporto tra narrazione e inclusione. Si parlerà di strategie educativo-didattiche per favorire l'interdipendenza positiva, l'ascolto attivo, l'apprendimento cooperativo e le abilità sociali. Nel GdL saranno condivise buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini delle scuole primarie. Pensato per docenti di sostegno e curricolari di ogni area disciplinare.

Moderatore: Fabio Filosofi
L'eterogeneità delle classi è sempre una sfida per il docente inclusivo che deve progettare contenuti e modalità di insegnamento-apprendimento al plurale. Lo è ancor più nella didattica a distanza, dove si corre il rischio di nuove barriere e forme di esclusione. Quali strategie per evitarlo? Come rimodulare nella DaD i materiali di apprendimento, le modalità di relazione e la struttura delle attività per favorire una partecipazione attiva di tutti? Il GdL si occupa della progettazione didattica inclusiva e sarà (i) un momento di condivisione e rielaborazione guidata delle esperienze didattiche dei docenti in questa emergenza educativa; (ii) un'occasione per progettare insieme materiali e modalità di apprendimento plurali, con particolare riferimento ai principi della differenziazione di Carol Ann Tomlison e allo Universal Design for Learning (UDL).

Moderatore: Rosa Bellacicco
Quali prassi e strategie sono più efficaci in questa fase per ristabilire e mantenere le connessioni relazionali? Il contatto sociale con i pari, anche a distanza, può riattivare la motivazione alla partecipazione e all'apprendimento. Riattivare il senso di appartenenza alla scuola come comunità attraverso gli incontri di gruppo permette di procedere verso inclusione delle differenze. L'insegnante mantiene il ruolo di supporto nelle relazioni e nella crescita di alunni e studenti in una nuova veste di mediatore e facilitatore delle interazioni fra pari a distanza.

Moderatore: Stefano Cainelli
"Imparare a fare da soli" non è cosa facile, "imparare a scegliere" ancora meno: la Didattica a Distanza offre in questo senso una palestra interessante, purché sia attrezzata con strumenti efficaci. Nel GdL condivideremo buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini in questo percorso

Moderatore: Heidrun Demo
Le difficoltà linguistiche dei figli dell'immigrazione e i diversi costrutti culturali sulla disabilità delle comunità di provenienza possono rendere molto complessa la didattica inclusiva. Il GdL discuterà di come integrare la didattica inclusiva con l'apprendimento dell'italiano lingua2, di come condividere con le famiglie il progetto educativo e orientativo della scuola, di come utilizzare nella didattica in presenza e a distanza le strumentazioni tecnologiche. Sono invitati a partecipare insegnanti che abbiano esperienze positive o problematiche da raccontare, materiali e tecniche da condividere, idee nuove o originali da confrontare.

Moderatore: Fiorella Farinelli
Le transizioni fra ordini scolastici sono momenti critici per alcuni alunni, soprattutto per chi nella scuola riceve misure di supporto specifico (Bisogni Educativi Speciali), ma talvolta non interconnesse fra un ordine e l'altro. Il lavoro sulla continuità è, perciò, molto importante. Particolarmente delicata è la transizione fra la scuola secondaria di I grado e di II grado, che porta da una scuola unica a tipologie diverse: licei, istituti tecnici e professionali. Nel GdL si discuterà della gestione della transizione degli studenti con BES (disabilità, DSA e altri BES) tra questi due ordini, per condividere buone pratiche relative a risorse e processi attivati dalle scuole, progetti di continuità, formulazione del consiglio orientativo, figure coinvolte, esperienze/attività.

Moderatore: Silver Cappello
Il GdL è orientato a comprendere quali opportunità possono offrire le tecnologie di rete per mantenere un legame tra lo studente ospedalizzato e la sua classe di appartenenza. Come gestire la comunicazione tra le due comunità educative? Come coniugare i tempi della cura con i tempi scolastici? Quali azioni didattiche sono da privilegiare?

Moderatori: Vincenza Benigno + Marco Gioannini
Il GdL è rivolto agli insegnanti curricolari e di sostegno della scuola d'infanzia e primaria che hanno attivato incontri su piattaforme online con alunni con Disturbo dello Spettro Autistico e i loro genitori. L'insegnante può, nel momento del collegamento, validare gli interventi efficaci del genitore, rinforzandoli, e nello stesso tempo aiutarlo a dare significato e intenzionalità a quei comportamenti che l'insegnante stesso ha osservato nella relazione in presenza. L'intento è valorizzare, a partire dalle esperienze riportate dai partecipanti, il ruolo dell'insegnante nel mantenere, attraverso il suo intervento a distanza, l'alleanza educativa con i genitori.

Moderatore: Carolina Coco
Con quali criteri scegliere le risorse digitali da utilizzare in un contesto inclusivo? Dove trovarle? Quali repository sono disponibili? Come orientarsi nell'offerta presente in rete? Dove documentarsi? Quali le esperienze più significative? Nel GdL i docenti potranno condividere le proprie esperienze e riflettere sulle condizioni necessarie affinché le risorse siano utilizzabili da tutti.

Moderatore: Lucia Ferlino
Lo sviluppo di una classe ibrida basata su soluzioni cloud?based e mediato da strategie didattiche cooperative e collaborative è un modello per promuovere processi educativi e sociali inclusivi. Il GdL vuole individuare esperienze virtuose di consigli di classe che collaborativamente riescono a progettare azioni didattiche inclusive, grazie anche all'uso di specifici applicativi tecnologici. Quali i ruoli del docente curriculare e del docente di sostegno? Quali le azioni di co-progettazione che sostengono l'inclusione? Quale ruolo per la tecnologia? Rivolto a docenti curriculari e di sostegno con esperienze reali di cooperazione professionale orientate a favorire l'inclusione con la mediazione delle tecnologie didattiche.

Moderatore: Giovanni Caruso
Quali prassi e strategie sono più efficaci in questa fase per ristabilire e mantenere le connessioni relazionali? Il contatto sociale con i pari, anche a distanza, può riattivare la motivazione alla partecipazione e all'apprendimento. Riattivare il senso di appartenenza alla scuola come comunità attraverso gli incontri di gruppo permette di procedere verso inclusione delle differenze. L'insegnante mantiene il ruolo di supporto nelle relazioni e nella crescita di alunni e studenti in una nuova veste di mediatore e facilitatore delle interazioni fra pari a distanza.

Moderatore: Stefano Cainelli
Il GdL è rivolto agli insegnanti curricolari e di sostegno della scuola secondaria di I e II grado che hanno attivato incontri su piattaforme online con alunni con Disturbo dello Spettro Autistico e i loro genitori. L'insegnante può, nel momento del collegamento, validare gli interventi efficaci del genitore, rinforzandoli, e nello stesso tempo aiutarlo a dare significato e intenzionalità a quei comportamenti che l'insegnante stesso ha osservato nella relazione in presenza. L'intento è valorizzare, a partire dalle esperienze riportate dai partecipanti, il ruolo dell'insegnante nel mantenere, attraverso il suo intervento a distanza, l'alleanza educativa con i genitori.

Moderatore: Carolina Coco
Come è cambiato il contesto di apprendimento dello studente? (scuola/casa) Come ICF ci può essere di aiuto per una lettura funzionale del nuovo contesto? Come si sono modificati "Attività e partecipazione", "Mobilità", ecc. Quali nuovi/differenti barriere e facilitatori? Quale influenza e relazione tra capacità/performance?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Le transizioni fra ordini scolastici sono momenti critici per alcuni alunni, soprattutto per chi nella scuola riceve misure di supporto specifico (Bisogni Educativi Speciali), ma talvolta non interconnesse fra un ordine e l'altro. Il lavoro sulla continuità è, perciò, molto importante. Nel GdL si discuterà della gestione della transizione degli alunni con BES (disabilità, DSA e altri BES) dalla scuola primaria alla secondaria di I grado, per individuare e condividere buone pratiche relative a risorse e processi attivati dalle scuole, progetti di continuità, orientamento e accoglienza, figure coinvolte, esperienze/attività.

Moderatore: Silver Cappello
Le relazioni tra pari sono occasioni di crescita sia per gli alunni con disabilità certificata che per i loro compagni di classe. In quarantena, c'è il rischio che gli alunni con disabilità possano sentirsi soli, con ricadute negative nel percorso d'inclusione scolastica. Il Gdl discuterà come evitarlo, condividendo le strategie più efficaci per includere gli alunni con disabilità, anche a distanza, e prestando specifiche attenzioni alle diverse età degli studenti e alle esigenze del particolare momento evolutivo dei bambini, a prescindere dal funzionamento e dal tipo di disabilità.

Moderatore: Simone Consegnati
Come è cambiato il contesto di apprendimento dello studente? (scuola/casa) Come ICF ci può essere di aiuto per una lettura funzionale del nuovo contesto? Come si sono modificati "Attività e partecipazione", "Mobilità", ecc. Quali nuovi/differenti barriere e facilitatori? Quale influenza e relazione tra capacità/performance?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Il sostegno della nascita e della crescita di relazioni collaborative rispettose delle differenze di ognuno è uno degli aspetti che caratterizzano la didattica inclusiva. Nel GdL condivideremo buone pratiche, idee e proposte per continuare ad alimentare questo impegno anche nella Didattica a Distanza.

Moderatore: Heidrun Demo
La discussione verterà sul rapporto tra narrazione e inclusione. Si parlerà di strategie educativo-didattiche per favorire l'interdipendenza positiva, l'ascolto attivo, l'apprendimento cooperativo e le abilità sociali. Nel GdL saranno condivise buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini delle scuole primarie. Pensato per docenti di sostegno e curricolari di ogni disciplina.

Moderatore: Fabio Filosofi
Le difficoltà linguistiche dei figli dell'immigrazione e i diversi costrutti culturali sulla disabilità delle comunità di provenienza possono rendere molto complessa la didattica inclusiva. Il GdL discuterà di come integrare la didattica inclusiva con l'apprendimento dell'italiano lingua2, di come condividere con le famiglie il progetto educativo e orientativo della scuola, di come utilizzare nella didattica in presenza e a distanza le strumentazioni tecnologiche. Sono invitati a partecipare insegnanti che abbiano esperienze positive o problematiche da raccontare, materiali e tecniche da condividere, idee nuove o originali da confrontare.

Moderatore: Fiorella Farinelli
La discussione verterà sul rapporto tra narrazione e inclusione. Si parlerà di strategie educativo-didattiche per favorire l'interdipendenza positiva, l'ascolto attivo, l'apprendimento cooperativo e le abilità sociali. Nel GdL saranno condivise buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini delle scuole primarie. Pensato per docenti di sostegno e curricolari di ogni disciplina.

Moderatore: Fabio Filosofi
Quali prassi e strategie sono più efficaci in questa fase per ristabilire e mantenere le connessioni relazionali? Il contatto sociale con i pari, anche a distanza, può riattivare la motivazione alla partecipazione e all'apprendimento. Riattivare il senso di appartenenza alla scuola come comunità attraverso gli incontri di gruppo permette di procedere verso inclusione delle differenze. L'insegnante mantiene il ruolo di supporto nelle relazioni e nella crescita di alunni e studenti in una nuova veste di mediatore e facilitatore delle interazioni fra pari a distanza.

Moderatore: Stefano Cainelli
Gli allievi con bisogni tanto speciali come quelli con disabilità intellettiva e disturbo dello spettro autistico possono trovare nella didattica a distanza un ambiente idoneo per apprendere? Come creare le condizioni per attivare processi inclusivi? Il Gdl, in un'ottica di individualizzazione e personalizzazione, discuterà le metodologie e gli strumenti più adeguati a proporre, anche a distanza, contenuti e materiali didattici all'alunno con disabilità intellettiva e disturbo dello spettro autistico. Verranno condivise sfide e soluzioni per organizzare adeguatamente l'ambiente (tempi/spazi di lavoro) e le attività, coinvolgendo la "risorsa" compagni, per una partecipazione di qualità ai processi di apprendimento, anche in questa emergenza disorientante.

Moderatore: Rosa Bellacicco
Il GdL è rivolto agli insegnanti curricolari e di sostegno della scuola secondaria di I e II grado che hanno attivato incontri su piattaforme online con alunni con Disturbo dello Spettro Autistico e i loro genitori. L'insegnante può, nel momento del collegamento, validare gli interventi efficaci del genitore, rinforzandoli, e nello stesso tempo aiutarlo a dare significato e intenzionalità a quei comportamenti che l'insegnante stesso ha osservato nella relazione in presenza. L'intento è valorizzare, a partire dalle esperienze riportate dai partecipanti, il ruolo dell'insegnante nel mantenere, attraverso il suo intervento a distanza, l'alleanza educativa con i genitori.

Moderatore: Carolina Coco
Le relazioni tra pari sono occasioni di crescita sia per gli alunni con disabilità certificata che per i loro compagni di classe. In quarantena, c'è il rischio che gli alunni con disabilità possano sentirsi soli, con ricadute negative nel percorso d'inclusione scolastica. Il Gdl discuterà come evitarlo, condividendo le strategie più efficaci per includere gli alunni con disabilità, anche a distanza, e prestando specifiche attenzioni alle diverse età degli studenti e alle esigenze del particolare momento evolutivo dei bambini, a prescindere dal funzionamento e dal tipo di disabilità.

Moderatore: Simone Consegnati
Lo sviluppo di una classe ibrida basata su soluzioni cloud?based e mediato da strategie didattiche cooperative e collaborative è un modello per promuovere processi educativi e sociali inclusivi. Il GdL vuole individuare esperienze virtuose di consigli di classe che collaborativamente riescono a progettare azioni didattiche inclusive, grazie anche all'uso di specifici applicativi tecnologici. Quali i ruoli del docente curriculare e del docente di sostegno? Quali le azioni di co-progettazione che sostengono l'inclusione? Quale ruolo per la tecnologia? Rivolto a docenti curriculari e di sostegno con esperienze reali di cooperazione professionale orientate a favorire l'inclusione con la mediazione delle tecnologie didattiche.

Moderatore: Vincenza Benigno
Con quali criteri scegliere le risorse digitali da utilizzare in un contesto inclusivo? Dove trovarle? Quali repository sono disponibili? Come orientarsi nell'offerta presente in rete? Dove documentarsi? Quali le esperienze più significative? Nel GdL i docenti potranno condividere le proprie esperienze e riflettere sulle condizioni necessarie affinché le risorse siano utilizzabili da tutti.

Moderatore: Lucia Ferlino
"Imparare a fare da soli" non è cosa facile, "imparare a scegliere" ancora meno: la Didattica a Distanza offre in questo senso una palestra interessante, purché sia attrezzata con strumenti efficaci. Nel GdL condivideremo buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini in questo percorso

Moderatore: Heidrun Demo
Il GdL è rivolto agli insegnanti curricolari e di sostegno della scuola d'infanzia e primaria che hanno attivato incontri su piattaforme online con alunni con Disturbo dello Spettro Autistico e i loro genitori. L'insegnante può, nel momento del collegamento, validare gli interventi efficaci del genitore, rinforzandoli, e nello stesso tempo aiutarlo a dare significato e intenzionalità a quei comportamenti che l'insegnante stesso ha osservato nella relazione in presenza. L'intento è valorizzare, a partire dalle esperienze riportate dai partecipanti, il ruolo dell'insegnante nel mantenere, attraverso il suo intervento a distanza, l'alleanza educativa con i genitori.

Moderatore: Carolina Coco
Le difficoltà linguistiche dei figli dell'immigrazione e i diversi costrutti culturali sulla disabilità delle comunità di provenienza possono rendere molto complessa la didattica inclusiva. Il GdL discuterà di come integrare la didattica inclusiva con l'apprendimento dell'italiano lingua2, di come condividere con le famiglie il progetto educativo e orientativo della scuola, di come utilizzare nella didattica in presenza e a distanza le strumentazioni tecnologiche. Sono invitati a partecipare insegnanti che abbiano esperienze positive o problematiche da raccontare, materiali e tecniche da condividere, idee nuove o originali da confrontare.

Moderatore: Fiorella Farinelli
Scopo del GdL è sperimentare assieme un approccio alternativo per allenare la metafonologia in modo intrigante e divertente. La fiaba, infatti, costituisce uno strumento educativo fondamentale in grado di favorire lo sviluppo psicologico del bambino in diversi ambiti, fra cui il linguaggio e l'emotività.

Moderatore: Angela Pasqualotto
La scelta di strumenti digitali adeguati e accessibili, insieme al loro uso consapevole, è importante per favorire la partecipazione scolastica degli studenti con disabilità. Il GdL a partire da alcune informazioni iniziali, favorirà riflessione e confronto per fare emergere buone prassi, di cui tener conto anche nella didattica a distanza.

Moderatori: Luca Enei + Nicola Gencarelli
Lo sviluppo di una classe ibrida basata su soluzioni cloud?based e mediato da strategie didattiche cooperative e collaborative è un modello per promuovere processi educativi e sociali inclusivi. Il GdL vuole individuare esperienze virtuose di consigli di classe che collaborativamente riescono a progettare azioni didattiche inclusive, grazie anche all'uso di specifici applicativi tecnologici. Quali i ruoli del docente curriculare e del docente di sostegno? Quali le azioni di co-progettazione che sostengono l'inclusione? Quale ruolo per la tecnologia? Rivolto a docenti curriculari e di sostegno con esperienze reali di cooperazione professionale orientate a favorire l'inclusione con la mediazione delle tecnologie didattiche.

Moderatore: Vincenza Benigno
Le funzioni esecutive - come, ad esempio, memoria, pianificazione e inibizione - sono processi cognitivi fondamentali per lo svolgimento di compiti complessi e alla base dello sviluppo adeguato del bambino. Obiettivo del GdL è di ragionare assieme sugli strumenti a disposizione per un loro efficace potenziamento.

Moderatore: Angela Pasqualotto
Le relazioni tra pari sono occasioni di crescita sia per gli alunni con disabilità certificata che per i loro compagni di classe. In quarantena, c'è il rischio che gli alunni con disabilità possano sentirsi soli, con ricadute negative nel percorso d'inclusione scolastica. Il Gdl discuterà come evitarlo, condividendo le strategie più efficaci per includere gli alunni con disabilità, anche a distanza, e prestando specifiche attenzioni alle diverse età degli studenti e alle esigenze del particolare momento evolutivo dei bambini, a prescindere dal funzionamento e dal tipo di disabilità.

Moderatore: Simone Consegnati
Scopo del GdL è sperimentare assieme un approccio alternativo per allenare la metafonologia in modo intrigante e divertente. La fiaba, infatti, costituisce uno strumento educativo fondamentale in grado di favorire lo sviluppo psicologico del bambino in diversi ambiti, fra cui il linguaggio e l'emotività.

Moderatore: Angela Pasqualotto
Le difficoltà linguistiche dei figli dell'immigrazione e i diversi costrutti culturali sulla disabilità delle comunità di provenienza possono rendere molto complessa la didattica inclusiva. Il GdL discuterà di come integrare la didattica inclusiva con l'apprendimento dell'italiano lingua2, di come condividere con le famiglie il progetto educativo e orientativo della scuola, di come utilizzare nella didattica in presenza e a distanza le strumentazioni tecnologiche. Sono invitati a partecipare insegnanti che abbiano esperienze positive o problematiche da raccontare, materiali e tecniche da condividere, idee nuove o originali da confrontare.

Moderatore: Fiorella Farinelli
Gli allievi con bisogni tanto speciali come quelli con disabilità intellettiva e disturbo dello spettro autistico possono trovare nella didattica a distanza un ambiente idoneo per apprendere? Come creare le condizioni per attivare processi inclusivi? Il Gdl, in un'ottica di individualizzazione e personalizzazione, discuterà le metodologie e gli strumenti più adeguati a proporre, anche a distanza, contenuti e materiali didattici all'alunno con disabilità intellettiva e disturbo dello spettro autistico. Verranno condivise sfide e soluzioni per organizzare adeguatamente l'ambiente (tempi/spazi di lavoro) e le attività, coinvolgendo la "risorsa" compagni, per una partecipazione di qualità ai processi di apprendimento, anche in questa emergenza disorientante.

Moderatore: Silvia Dell'Anna
Quali sono le strategie più efficaci per garantire la qualità dei processi di apprendimento per tutti gli alunni, nell'ottica di una scuola inclusiva? Gli studenti con Disturbi specifici dell'apprendimento saranno un focus specifico del GdL

Moderatore: Angela Pasqualotto
Il gruppo di lavoro mira ad arricchire la professionalità di docenti della scuola primaria - sia di sostegno sia su posto comune - con specifiche competenze per l'accoglienza e l'accompagnamento degli alunni con alto potenziale cognitivo e talenti di diverso tipo (musicale, teatrale, artistico ...). I partecipanti svilupperanno competenze nella progettazione di percorsi curricolari, attività didattiche e interventi di valorizzazione questo tipo di alunni, tenendo conto anche dei familiari e dei compagni, nonché di tutte le figure che possono intervenire a favore dello sviluppo del bambino con alto potenziale intellettivo.

Moderatore: Maria Cinque
Come utilizzare il gioco in contesti non di gioco? Come progettare attività coinvolgenti e utili a migliorare la motivazione intrinseca e le competenze degli alunni, sia a sviluppo neurotipico che con difficoltà di apprendimento? Sono invitati a partecipare docenti di scuola primaria che abbiano esperienze da raccontare e materiali da condividere; ma anche maestri/e alla ricerca di idee inclusive originali.

Moderatore: Angela Cattoni
Per le persone con disabilità, soprattutto se intellettiva, il passaggio all'autonomia è strategico per lo sviluppo del progetto di vita. Il GdL rifletterà su che cosa si intende per autonomia e com'è possibile realizzarla, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni persona e del contesto in cui vive. In ogni incontro, partendo dalle necessità specifiche dell'età degli alunni, saranno condivise strategie e buone prassi utili a curare la dimensione dell'autonomia personale e sociale.

Moderatore: Simone Consegnati
Le funzioni esecutive - come, ad esempio, memoria, pianificazione e inibizione - sono processi cognitivi fondamentali per lo svolgimento di compiti complessi e alla base dello sviluppo adeguato del bambino. Obiettivo del GdL è di ragionare assieme sugli strumenti a disposizione per un loro efficace potenziamento.

Moderatore: Angela Pasqualotto
Negli ultimi mesi la tecnologia (digitale) è stata l'unico mezzo per garantire la continuità educativo-didattica e cercare di mantenere la comunicazione e la relazione con alunni e famiglie. Gli alunni con disabilità e con Bisogni educativi speciali non sempre hanno potuto continuare i loro progetti educativi che facevano uso di tecnologie assistive specifiche. Cerchiamo di comprendere che cosa si è fatto, che cosa si poteva e si potrà fare anche per loro con le tecnologie oggi a disposizione.

Moderatore: Fabrizio Corradi
Come favorire attività didattiche che vadano al di là del lavoro individuale e si avvalgano delle tecnologie per favorire un apprendimento cooperativo e inclusivo, anche a distanza?

Moderatore: Nicola Gencarelli + Paola Angelucci
La discussione verterà sul rapporto tra narrazione e inclusione. Si parlerà di strategie educativo-didattiche per favorire l'interdipendenza positiva, l'ascolto attivo, l'apprendimento cooperativo e le abilità sociali. Nel GdL saranno condivise buone pratiche, idee e proposte per sostenere bambine e bambini delle scuole primarie. Pensato per docenti di sostegno e curricolari di ogni disciplina.

Moderatore: Fabio Filosofi
I partecipanti a questo gruppo di lavoro avranno la possibilità di analizzare e discutere sugli strumenti per mettere in atto di strategie didattiche atte a favorire il processo di crescita e di inclusione degli alunni plusdotati nel contesto scolastico per valorizzare e investire sulle loro potenzialità, con particolare attenzione ai quadri twice-exceptional, ovvero quelle situazioni in cui l'alto potenziale si associa a disturbi di diverso genere (DSA, ADHD, Disturbo Oppositivo Provocatorio, Disagio emotivo-comportamentale). Lo scopo della personalizzazione didattica è trasformare in autentiche competenze le potenzialità di ogni essere umano e porre il soggetto in formazione al centro del processo di apprendimento.

Moderatore: Maria Cinque
Nel gruppo saranno affrontate e discusse con gli insegnanti le prassi e strategie sono più efficaci per ristabilire e mantenere le connessioni relazionali. Il contatto sociale con i pari, anche a distanza, può riattivare la motivazione alla partecipazione e all'apprendimento. Riattivare il senso di appartenenza alla scuola come comunità attraverso gli incontri di gruppo permette di procedere verso inclusione delle differenze. L'insegnante mantiene il ruolo di supporto nelle relazioni e nella crescita di alunni e studenti in una nuova veste di mediatore e facilitatore delle interazioni fra pari a distanza.

Moderatore: Stefano Cainelli
Quali sono le strategie più efficaci per garantire la qualità dei processi di apprendimento per tutti gli alunni, nell'ottica di una scuola inclusiva? Gli studenti con Disturbi specifici dell'apprendimento saranno un focus specifico del GdL

Moderatore: Angela Pasqualotto
Come è cambiato il contesto di apprendimento dello studente? (scuola/casa) Come ICF ci può essere di aiuto per una lettura funzionale del nuovo contesto? Come si sono modificati "Attività e partecipazione", "Mobilità", ecc. Quali nuovi/differenti barriere e facilitatori? Quale influenza e relazione tra capacità/performance?

Moderatore: Sofia Cramerotti
Per le persone con disabilità, soprattutto se intellettiva, il passaggio all'autonomia è strategico per lo sviluppo del progetto di vita. Il GdL rifletterà su che cosa si intende per autonomia e com'è possibile realizzarla, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni persona e del contesto in cui vive. In ogni incontro, partendo dalle necessità specifiche dell'età degli alunni, saranno condivise strategie e buone prassi utili a curare la dimensione dell'autonomia personale e sociale.

Moderatore: Simone Consegnati
Lo sviluppo di una classe ibrida basata su soluzioni cloud?based e mediato da strategie didattiche cooperative e collaborative è un modello per promuovere processi educativi e sociali inclusivi. Il GdL vuole individuare esperienze virtuose di consigli di classe che collaborativamente riescono a progettare azioni didattiche inclusive, grazie anche all'uso di specifici applicativi tecnologici. Quali i ruoli del docente curriculare e del docente di sostegno? Quali le azioni di co-progettazione che sostengono l'inclusione? Quale ruolo per la tecnologia? Rivolto a docenti curriculari e di sostegno con esperienze reali di cooperazione professionale orientate a favorire l'inclusione con la mediazione delle tecnologie didattiche.

Moderatore: Giovanni Caruso
Quali prassi e strategie sono più efficaci in questa fase per ristabilire e mantenere le connessioni relazionali? Il contatto sociale con i pari, anche a distanza, può riattivare la motivazione alla partecipazione e all'apprendimento. Riattivare il senso di appartenenza alla scuola come comunità attraverso gli incontri di gruppo permette di procedere verso inclusione delle differenze. L'insegnante mantiene il ruolo di supporto nelle relazioni e nella crescita di alunni e studenti in una nuova veste di mediatore e facilitatore delle interazioni fra pari a distanza.

Moderatore: Stefano Cainelli
Il gruppo di lavoro mira ad arricchire la professionalità di docenti della scuola primaria - sia di sostegno sia su posto comune - con specifiche competenze per l'accoglienza e l'accompagnamento degli alunni con alto potenziale cognitivo e talenti di diverso tipo (musicale, teatrale, artistico ...). I partecipanti svilupperanno competenze nella progettazione di percorsi curricolari, attività didattiche e interventi di valorizzazione questo tipo di alunni, tenendo conto anche dei familiari e dei compagni, nonché di tutte le figure che possono intervenire a favore dello sviluppo del bambino con alto potenziale intellettivo.

Moderatore: Maria Cinque
Gli Slow learners sono studenti che, pur non avendo la necessità di un sostegno didattico, hanno notevoli difficoltà a scuola e per i quali si parla di Funzionamento Intellettivo Limite (FIL). In particolare, il FIL identifica chi presenta un risultato ai test di intelligenza tale da collocare il quoziente intellettivo tra il valore 71, limite inferiore oltre al quale si potrebbe parlare di ritardo mentale (sebbene lieve) e 84, limite superiore oltre il quale si riscontra un adeguato funzionamento intellettivo. Il gruppo di lavoro condividerà strategie per questi studenti che rappresentano una categoria variegata e spesso ignorata in ambito scolastico, nonostante un frequente deficit di comprensione, di meta-rappresentazione e nello sviluppo e nell'esercizio delle funzioni metacognitive.

Moderatore: Maria Cinque
La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) fa spesso uso di tecnologie. Nel contesto attuale, come possono gli alunni che la utilizzano continuare i loro progetti educativi? A partire dalla pratica clinico-educativa della CAA, il GdL analizzerà come si è affrontato il bisogno di continuità educativo-didattica dei bambini e ragazzi non verbali o parzialmente verbali in situazioni di disabilità complesse ovvero nelle dimensioni sindromiche, nei disturbi del neurosviluppo e, in generale, nella condizione di comorbidità nelle patologie congenite e acquisite.

Moderatori: Fabrizio Corradi + Giuseppina Castellano
La scelta di strumenti digitali adeguati e accessibili, insieme al loro uso consapevole, è importante per favorire la partecipazione scolastica degli studenti con disabilità. Il GdL a partire da alcune informazioni iniziali, favorirà riflessione e confronto per fare emergere buone prassi, di cui tener conto anche nella didattica a distanza.

Moderatori: Luca Enei + Nicola Gencarelli
Nel gruppo saranno affrontate e discusse con gli insegnanti le prassi e strategie sono più efficaci per ristabilire e mantenere le connessioni relazionali. Il contatto sociale con i pari, anche a distanza, può riattivare la motivazione alla partecipazione e all'apprendimento. Riattivare il senso di appartenenza alla scuola come comunità attraverso gli incontri di gruppo permette di procedere verso inclusione delle differenze. L'insegnante mantiene il ruolo di supporto nelle relazioni e nella crescita di alunni e studenti in una nuova veste di mediatore e facilitatore delle interazioni fra pari a distanza.

Moderatore: Stefano Cainelli
Gli Slow learners sono studenti che, pur non avendo la necessità di un sostegno didattico, hanno notevoli difficoltà a scuola e per i quali si parla di Funzionamento Intellettivo Limite (FIL). In particolare, il FIL identifica chi presenta un risultato ai test di intelligenza tale da collocare il quoziente intellettivo tra il valore 71, limite inferiore oltre al quale si potrebbe parlare di ritardo mentale (sebbene lieve) e 84, limite superiore oltre il quale si riscontra un adeguato funzionamento intellettivo. Il gruppo di lavoro condividerà strategie per questi studenti che rappresentano una categoria variegata e spesso ignorata in ambito scolastico, nonostante un frequente deficit di comprensione, di meta-rappresentazione e nello sviluppo e nell'esercizio delle funzioni metacognitive.

Moderatore: Maria Cinque
Per le persone con disabilità, soprattutto se intellettiva, il passaggio all'autonomia è strategico per lo sviluppo del progetto di vita. Il GdL rifletterà su che cosa si intende per autonomia e com'è possibile realizzarla, partendo dalle caratteristiche specifiche di ogni persona e del contesto in cui vive. In ogni incontro, partendo dalle necessità specifiche dell'età degli alunni, saranno condivise strategie e buone prassi utili a curare la dimensione dell'autonomia personale e sociale.

Moderatore: Simone Consegnati
Come favorire attività didattiche che vadano al di là del lavoro individuale e si avvalgano delle tecnologie per favorire un apprendimento cooperativo e inclusivo, anche a distanza?

Moderatori: Nicola Gencarelli + Paola Angelucci
Il Gioco di Ruolo ha grandi potenzialità per lo sviluppo delle competenze degli studenti: aiuta a promuovere la collaborazione, la comunicazione, l'analisi e la risoluzione dei problemi, ma anche logica, strategia e creatività, attraverso attività coinvolgenti e motivanti e, soprattutto, guidate dagli studenti stessi. Sono invitati a partecipare docenti delle scuole secondarie. Da valutare se sdoppiare per I e II grado

Moderatore: Angela Cattoni
Le relazioni tra pari sono occasioni di crescita sia per gli alunni con disabilità certificata che per i loro compagni di classe. In quarantena, c'è il rischio che gli alunni con disabilità possano sentirsi soli, con ricadute negative nel percorso d'inclusione scolastica. Il Gdl discuterà come evitarlo, condividendo le strategie più efficaci per includere gli alunni con disabilità, anche a distanza, e prestando specifiche attenzioni alle diverse età degli studenti e alle esigenze del particolare momento evolutivo dei bambini, a prescindere dal funzionamento e dal tipo di disabilità.

Moderatore: Simone Consegnati




Inserisci i tuoi dati personali
Professione:


Ordine di scuola:






Ti ringraziamo per l'interesse e il tempo dedicatoci.

Riceverai una email di conferma all'indirizzo che ci hai indicato, contenente i dati relativi alla tua iscrizione (controlla anche la cartella spam).

Inoltre, ti informiamo che i Workshop verranno svolti su Google Meet. Per partecipare a una riunione video, devi avere l'app per dispositivi mobili Meet o un browser web supportato. Per maggiori dettagli, vedi Browser web supportati

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA:
E-MAIL segreteria@oltreledistanze.org